Storia

La storia del Gruppo SAVE inizia nel 1987. Di seguito le tappe più importanti.

2001-2002: Gruppo SAVE implementa nuove strategie

Il Gruppo SAVE decide di uscire dalle attività di ground handling presso l’Aeroporto di Venezia.

Il nuovo terminal passeggeri e gli edifici destinati al cargo vengono aperti presso l’Aeroporto di Venezia.

Il Gruppo SAVE entra nel business Food & Beverage e Retail attraverso la neocostituita Airport Elite.

Il Gruppo acquisisce il 40% di Centostazioni, società che gestisce 103 stazioni ferroviarie di medie dimensioni italiane.

2005: il Gruppo si quota in borsa

IPO in Borsa Italiana (SAVE.MI), attraverso un aumento di capitale di  € 160 mln.

Il Gruppo SAVE acquisisce oltre il 10% di Gemina, a sua volta proprietaria del 51% di ADR (Aeroporti di Roma).

2006-2008: Gruppo SAVE consolida la sua strategia di crescita

Gruppo SAVE acquisisce il 100% del capitale sociale di AIREST da Austrian Airlines (2006) per concentrarsi sulle attività Food & Beverage al dettaglio (2007).

Il Gruppo SAVE acquisisce il 100% del capitale sociale RISTOP da Autostrada Brescia - Padova (2006).

Il Gruppo SAVE vende la sua quota del 10% del capitale di Gemina realizzando una significativa plusvalenza.

Viene aperta la nuova aerostazione a Treviso (2007) e il Gruppo SAVE acquisisce un ulteriore 35% del capitale sociale di AERTRE (Aeroporto di Treviso).

2008: top financial institutions diventano soci del Gruppo SAVE

Generali Assicurazioni e Morgan Stanley affiancano Finanziaria Internazionale nel capitale di Marco Polo Holding (principale azionista del Gruppo SAVE).

2009: l’Airport management si espande all’estero

Il Gruppo SAVE acquisisce il 27,65% dell’Aeroporto di Charleroi (BSCA) in partnership con Holding Communal.

Il Gruppo SAVE ottiene la concessione 40ennale per l’Aeroporto di Treviso da ENAC (confermata dalla Corte dei Conti ad ottobre 2013).

2012: il contratto di programma dell’Aeroporto di Venezia

ENAC firma il Contratto di Programma in Deroga per l’Aeroporto Marco Polo di Venezia riconoscendone il ruolo strategico e la peculiarità rispetto al sistema italiano.

2012-2013: l'Aeroporto di Venezia firma il nuovo contratto di programma 

  • SAVE firma con ENAC il nuovo Contratto di Programma, pre-requisito per il lancio degli investimenti infrastrutturali programmati con anche lo scopo di migliorare la qualità dei servizi.
  • SAVE ottiene la concessione per 40 anni dell’Aeroporto di Treviso da ENAC.

2014: strategia focalizzata sullo sviluppo del business aeroportuale 

  • SAVE firma un accordo con Lagardère per la cessione del business di Food & Beverage e Retail con l’eccezione delle attività presenti presso gli aeroporti di Venezia/Treviso e Verona che sono rimasti controllati al 50% con una partnership con il Gruppo francese.
  • SAVE diventa shareholder degli Aeroporti di Verona e Brescia con una partecipazione del 40%.

2015-2016: il Gruppo SAVE consolida la propria strategia di sviluppo del business aeroportuale

  • SAVE firma un accordo con Ferrovie dello Stato per la cessione della partecipazione della Società in Centostazioni.
  • L’aeroporto di Venezia raggiunge il nuovo record di passeggeri, superando i 9 milioni nel 2016.

Hai lasciato inutilizzato il tuo pc?

Con questo screensaver abbiamo permesso al tuo monitor
di ridurre i consumi di energia

Clicca in qualsiasi punto per riprendere la navigazione