Stanziati i primi finanziamenti per il progetto “Venice Gateway” elaborato dall’architetto Frank O. Gehry.

Stanziati i primi finanziamenti per il progetto “Venice Gateway” elaborato dall’architetto Frank O. Gehry.

L’Assemblea dei Soci di SAVE S.p.A., riunitasi martedì 2 ottobre, ha approvato all’unanimità il finanziamento di 2,5 miliardi di lire per l’avvio del progetto preliminare della Nuova Darsena dell’aeroporto di Venezia denominato “Venice Gateway”.
Il progetto della nuova porta di Venezia è stato affidato circa due anni fa all’architetto canadese di fama internazionale Frank O. Gehry, ideatore tra l’altro del Museo Guggenheim di Bilbao ed attualmente impegnato anche nella realizzazione della nuova sede della Disney negli Stati Uniti.
Lo sviluppo di quella che era stata definita l’ idea progettuale della Venice Gateway, già sottoposta a SAVE da Frank Gehry, prevede innanzitutto un nuovo terminal acqueo che oltre all’imbarcadero include una serie di servizi di accoglienza/intrattenimento per i passeggeri e spazi destinati ad uffici. La darsena dell’aeroporto verrà pertanto allargata per permettere una più agevole movimentazione dei mezzi acquei.
Il terminal acqueo servirà inoltre funzionalmente il Terminal di Tessera previsto nel Piano Regolatore Generale del Comune di Venezia e da realizzarsi anch’esso nell’area della darsena dell’aeroporto.
La progettazione del complesso di edifici assegnata a Frank Gehry risponde all’esigenza di realizzare un insieme di strutture che, nel favorire l’ulteriore sviluppo del Sistema Aeroportuale Venezia, rispondano alla domanda del territorio di maggiori strutture alberghiere e congressuali. Con oltre 4,4 milioni di passeggeri transitati nel 2000, il Sistema Aeroportuale Venezia, comprensivo degli aeroporti di Venezia e Treviso, è il terzo in Italia per volume di traffico e serve un bacino d’utenza di circa 5,7 milioni di abitanti (Veneto e Friuli Venezia Giulia), un’area in cui ad ogni 10 abitanti corrisponde un’impresa e che manifesta costantemente l’esigenza di sempre maggiori e più efficienti servizi.
In tal senso, il progetto di Frank Gehry, le cui forme sottolineano il profondo legame della città con l’acqua, è stato pensato per rendere lo scalo veneziano sempre più un polo di riferimento per le esigenze dell’area. Il complesso strutturale comprende infatti, oltre al terminal acqueo/centro servizi, una struttura alberghiera da 350 camere ed un centro congressi da 2.000 posti.
L’area sulla quale verrà realizzata l’opera è distribuita lungo i tre lati della darsena al termine del canale di collegamento acqueo tra l’aeroporto e Venezia.
La progettazione, coordinata da SAVE Engineering che seguirà anche la fase esecutiva dei lavori, dovrebbe concludersi entro il 2002.
L’investimento complessivo per la realizzazione dell’opera è stimato intorno ai 180 miliardi.

Hai lasciato inutilizzato il tuo pc?
Con questo screensaver abbiamo permesso al tuo monitor
di ridurre i consumi di energia
Clicca in qualsiasi punto per riprendere la navigazione