La cordata guidata da SAVE S.p.A. si aggiudica il 40% di Medie Stazioni

La cordata guidata da SAVE S.p.A. si aggiudica il 40% di Medie Stazioni

La cordata guidata da SAVE S.p.A. e che vede in quota paritetica la presenza di Manutencoop è stata scelta da Ferrovie dello Stato come socio di Medie Stazioni, la società del Gruppo FS che gestisce 103 scali ferroviari italiani.
Il veicolo societario appositamente costituito per l’acquisizione del 40% di Medie Stazioni (il restante 60% è mantenuto da FS) è la società per azioni Archimede 1, i cui soci sono:
40,5% SAVE S.p.A – Aeroporto di Venezia Marco Polo
40,5% Manutencoop Soc.Coop. a r.l.
19% Investimenti Immobiliari Lombardi S.p.A.
L’attuale capitale sociale di 1 miliardo di lire verrà presto elevato ad una quota coerente con il progetto finanziario che supporta l’offerta.
Archimede 1 esprimerà inoltre nell’ambito del CDA di Medie Stazioni 4 consiglieri tra cui l’Amministratore Delegato.
Nell’aggiudicare la gara ad Archimede 1, le Ferrovie dello Stato hanno ritenuto particolarmente interessanti non solo l’offerta presentata ma anche il piano industriale e le specifiche esperienze e competenze dei soci della società stessa.
SAVE S.p.A., dal 1987 società di gestione dell’aeroporto di Venezia, ha nell’ultimo anno assunto la forma di un moderno gruppo operante nel settore dei servizi ai viaggiatori articolato in quattro aree di business: engineering, parcheggi, gestione delle strutture centralizzate, handling, food and beverage e retail. In quest’ultima area in particolare è stata di recente costituita la società Airport Elite, controllata al 100% da SAVE, per la gestione delle attività commerciali, di ristorazione ed il duty free presso lo scalo veneziano. Anche tale esperienza sarà trasferita alla riqualificazione ed alla gestione delle medie stazioni, che rappresentano pertanto non una diversificazione ma un’occasione ulteriore di sviluppo e valorizzazione delle competenze interne al Gruppo SAVE.
Manutencoop è leader nazionale nel settore dei servizi di facilities management e nei servizi ambientali. Con oltre 9000 dipendenti, il fatturato aggregato del 2001 è di circa 680 miliardi. La società è il secondo operatore privato su tutto il territorio nazionale per quanto riguarda la gestione dei servizi ambientali e nella fattispecie le attività di raccolta rifiuti e igiene urbana. L’attività di facility e building management corrisponde ai due terzi del fatturato ed è rivolta ai grandi gruppi privati industriali, alla committenza pubblica intesa come enti locali e pubblici in generale e al cliente “sanità”. Svolgendo l’attività su tutto il territorio nazionale è dotata di un network operativo per la gestione integrata dei servizi sia sotto il profilo operativo che sistemico. Pertanto le caratteristiche industriali delle attività svolte, la diffusione sul territorio combinata con l’attitudine alla gestione dei rapporti con l’interlocutore pubblico fanno di Manutencoop un partner sinergico rispetto al progetto Medie Stazioni.
Holding di partecipazioni nel settore immobiliare, Investimenti Immobiliari Lombardi S.p.A., quotata al listino di Milano, ha recentemente rilanciato le proprie attività mettendo in campo le sinergie tra HOPA, oggi socio di riferimento, e l’azienda conferita in IIL da FRABBONI, noto marchio nel settore.
Altro importante socio di IIL è inoltre la Banca Popolare di Lodi.
Oggi IIL rappresenta il più dinamico operatore nel development immobiliare in Italia con oltre 400.000 mq in corso di sviluppo a destinazione sia commerciale che direzionale, residenziale e alberghiera. Sono altresì in corso di valutazione importanti progetti di asset management. Importante sarà quindi l’apporto che IIL potrà dare al progetto nello sviluppo degli spazi commerciali e nel restyling dei complessi immobiliari di Medie Stazioni. Partner in questa iniziativa di IIL è inoltre Pulitori e Affini S.p.A, importante società con sede a Brescia attiva nella progettazione e nella fornitura di servizi di pulizia e sanificazione di strutture sanitarie, complessi ad uso civile, industriale e commerciale con sede Brescia.
Medie Stazioni, aggiudicata sulla base di un valore di circa 380 miliardi di lire, avrà una concessione quarantennale per la gestione di 103 complessi di stazioni.
La riqualificazione delle medie stazioni, il cui traffico annuo complessivo è di circa 500 milioni di passeggeri, comporterà un investimento di almeno 360 miliardi di lire finalizzato in particolar modo ad un miglioramento della qualità dei servizi al pubblico, dai punti vendita, alla gestione dei servizi ai viaggiatori nonché alla gestione, conduzione e valorizzazione del patrimonio immobiliare.

Hai lasciato inutilizzato il tuo pc?
Con questo screensaver abbiamo permesso al tuo monitor
di ridurre i consumi di energia
Clicca in qualsiasi punto per riprendere la navigazione